Relazione su invito

Determinazione del flusso di calore tramite termocamera mobile, drone e satellite: Applicazione ai Campi Flegrei.

Marotta E.
  Giovedì 14/09   09:00 - 13:30   Aula F3 - Maria Telkes   IV - Geofisica e fisica dell'ambiente   Presentazione
La misura delle variazioni di flusso di calore dal suolo fornisce, in aree vulcaniche quiescenti, un contributo fondamentale alla comprensione dei processi vulcanici e costituisce uno dei parametri di riferimento per la determinazione dello stato di attività di un vulcano. Esso, in un regime puramente conduttivo, è direttamente legato al gradiente termico superficiale: uno dei primi metodi utilizzati per la sua stima è proprio basato sulla misura di tali gradienti, un altro si basa invece sulla misura del flusso di $CO_2$. Tali metodi necessitano lunghe campagne di misure puntuali, pertanto è nata la necessità di sviluppare una nuova tecnica per la determinazione del flusso di calore che richiedesse tempi minori e fosse basata su misure areali e non puntuali per consentire un monitoraggio di routine più speditivo e permettere il monitoraggio di evoluzioni anche rapide dell'attività vulcanica. È stato dimostrato come sia possibile stimare il flusso di calore a partire da misure superficiali della temperatura utilizzando termocamere mobili e si sta sperimentando la possibilità di utilizzare droni e satelliti come mezzo per effettuare misure delle temperature superficiali.